Inizia il percorso istruttori Shaolin

Dopo i successi dei percorsi del Qi Gong e del Campionato Italiano di Kung Fu, l’Unione Italiana Kung Fu tradizionale lancia, per la prima volta in Italia, il percorso di formazione sulla Cultura e la Pratica dello Shaolin, diretto dal monaco Shaolin Shi Yan Ti.

La UIKT (Unione Italiana Kung Fu Tradizionale), presidiata da Alessandro Colonnese, è un’organizzazione dedicata al Kung Fu riconosciuta dal CONI e facente parte della grande famiglia di OPES. Proprio in occasione della convention UIKT verrà presentato il percorso istruttori sulla cultura Shaolin. Appuntamento è il 5 ottobre 2019 presso il Tempio delle Arti Marziali (Via di Marco Simone 251, 00131, Roma), luogo che dal 2003 è un fondamentale punto di riferimento per tutti gli appassionati, i professionisti e gli esperti di arti marziali della Capitale (e non solo).

Lo Shaolin è uno degli stili più importanti del Fung Fu, originariamente praticato dai monaci buddisti del Monastero di Shaolin, in Cina, sito nei pressi della Montagna Songshan. È uno dei più antichi ed efficaci stili delle arti marziali e da alcuni considerato la simbolizzazione del Kung Fu stesso, poiché ne ha influenzato in maniera diretta o indiretta la nascita e lo sviluppo. Fin dal principio la tecnica Shaolin è divenuta molto famosa soprattutto per la sua funzione di autodifesa, di atletica e di potenziamento del corpo. Ha alla base la religione buddista e si costruisce su circa 5 mila precetti, 4 principi solenni e 10 tabù. Negli ultimi anni questa disciplina è stata presentata in tutto il mondo e se ne sono interessati sempre più occidentali.

Il percorso tenuto dal monaco Shi Yan Ti prevede 6 appuntamenti, corrispondenti a 6 weekend, da settembre 2019 a giugno 2020 (più nello specifico 21-22 settembre 2019, 16-17 novembre 2019, 25-26 gennaio 2020, 21-22 marzo 2020, 30-31 maggio 2020 e 13-14 giugno 2020).
Nel mese di agosto 2020 è previsto, invece, un viaggio a Shaolin, alla scoperta del tempio che ha visto la nascita della disciplina. I partecipanti avranno quindi l’opportunità di partire per la Cina e visitare la Regione dell’Henan, una provincia della Cina Centrale nella valle del Fiume Giallo, considerata la culla della civiltà cinese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *