Dopo lo straordinario successo dei primi due appuntamenti, che si sono tenuti nelle giornate del 27 marzo e del 17 aprile 2021, “Into The Movement“, il webinar gratuito promosso dall’Università Popolare delle Scienze Sportive, torna per la terza volta. La data scelta per questo terzo incontro con la formazione è quella di sabato 8 maggio.

L’evento formativo, che inizierà alle ore 16:00 e terminerà alle ore 17:30, è dedicato a studenti di scienze motorie, ma anche a tecnici, atleti, dirigenti di ASD o SSD e a tutti i curiosi che hanno la voglia di approfondire temi legati alle capacità e abilità motorie dell’essere umano.

Anche questa volta tra i docenti del corso troviamo il Maestro Stefano Roccatano, di recente promosso a consigliere del Comitato Provinciale di Roma; una figura molto conosciuta e apprezzata all’interno del nostro Ente di Promozione Sportiva, portatore di grande valore aggiunto grazie ai corsi di difesa personale tenuti dalla sua Associazione Sportiva Dilettantistica Ars Pugnandi Roccatanica e a progetti come il Women Security Program, dedicato alla difesa femminile. Il prof. Roccatano, nel corso del webinar, parlerà ai discenti della figura dell’operatore sportivo Cueing.
Ad affiancarlo, altri due relatori. La prima è Silvia Tangredi che, con l’intervento su nutrizione e sport, spiegherà come una corretta alimentazione di base può ottimizzare la performance sportiva; poi, Gabriele Grassadonia, con la sua lezione “dalle origini del movimento a nuove idee pratico applicative in ambito sportivo, parte 3”.

Il webinar “Into The Movement”, ricordiamo, è gratuito, ma per poter partecipare è necessario iscriversi. Lo si può fare inviando una mail con i propri dati all’indirizzo di posta elettronica info@upss.it. Invece, per avere maggiori informazioni o delucidazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa dell’evento al numero 351 6666660.

 

Dopo lo straordinario successo del 27 marzo, “Into The Movement” non lascia, ma raddoppia. Il webinar gratuito, promosso dall’Università Popolare delle Scienze Sportive, ritorna il prossimo 17 aprile con un nuovo appuntamento. Dalle ore 16:00, per novanta minuti da non perdere assolutamente, i relatori accompagneranno i partecipanti all’interno di quel magnifico meccanismo composto da movimenti e schemi motori di base. Il momento formativo si rivelerà utile per studenti di scienze motorie, atleti, tecnici, dirigenti di associazioni o società sportive dilettantistiche ed anche per quei curiosi che sono affascinati dalla macchina perfetta: il corpo umano.

Il consigliere del comitato provinciale di Roma di OPES, il prof. Stefano Roccatano, in qualità di relatore, metterà a disposizione dei discenti le sue conoscenze e i suoi case history. L’esperienza maturità in cattedra, sul tatami e nei centri sportivi gli permetterà di trattare in maniera approfondita tutti quegli aspetti inerenti agli schemi motori di base, alle capacità e alle abilità motorie dell’essere umano.

Accanto al Prof. Roccatano, ci saranno il Prof. Sergio Di Maio, che affronterà il tema della cultura fisica, proponendo una visione che consente di coniugare modernità e tradizione, ed il Prof. Gabriele Grassadonia, che proporrà nuovi spunti di riflessione in merito all’argomento trattato lo scorso 27 marzo, ossia “dalle origini del movimento a nuove idee pratico-applicative in ambito sportivo”.

Per poter seguire il webinar è necessario iscriversi. Gli interessati possono manifestare la propria intenzione o adesione, inviando i propri dati alla segreteria organizzativa tramite e-mail (info@upss.it) o telefono (WhatsApp: 351 666 6660).

 

Tra attività motoria e fisica. Tra schemi di base del movimento, sociologia, sport e nuove idee. Il webinar gratuito “Into The Movement“, in programma il prossimo 27 marzo, dalle ore 16:00 alle 17:30, consentirà ai partecipanti di approfondire un tema come il movimento fisico, ancor di più trend topic di questo momento storico segnato dall’emergenza epidemiologica, dalla chiusura dei centri sportivi, dalle norme che limitano gli spostamenti e dalla sedentarietà. Saranno 90 minuti ricchi di spunti di riflessione, conditi dalle esperienze e dalle conoscenze dei tre relatori: Gabriele Grassadonia, Maria Gaia Pensieri e Stefano Roccatano.

All’appuntamento organizzato e promosso dall’Università Popolare delle Scienze Sportive ci sarà anche un po’ di OPES. Il Maestro Stefano Roccatano, al termine dell’ultima assemblea elettiva del comitato provinciale di OPES Roma, è diventato uno dei consiglieri del Presidente provinciale Alessandro Battisti. Figura molto conosciuta e apprezzata per via delle attività sportive promosse dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Ars Roccatanica Pugnandi, per i corsi di difesa personale e per progetti come il Women Security Project, il Prof. Stefano Roccatano, docente del Dipartimento di scienze umane e sociali per la materia di Metodologia Sportiva, Pedagogia Sportiva e Preparazione Atletica, nel suo intervento tratterà gli schemi motori di base nel contesto della funzionalità motoria. Gli altri temi che saranno affrontati dai suoi esimi colleghi saranno le origini del movimento e le nuove idee pratico-applicative in ambito sportivo e la sociologia dello sport.

Il webinar “Into The Movement” è aperto a tutti coloro che orbitano all’interno del magnifico universo sportivo, agli studenti, ai tecnici ed anche ai semplici appassionati o curiosi. Per partecipare all’appuntamento formativo è sufficiente inviare una mail con i propri dati all’indirizzo di posta elettronica info@upss.it. Coloro che volessero ricevere maggiori spiegazioni o delucidazioni, invece, possono contattare la segreteria organizzativa anche tramite whatsapp scrivendo al numero di telefono +39 351 666 6660.

 

Dal campo alla guida tecnica, seguendo sempre la propria passione per uno sport faticoso, spettacolare ed emozionante come il beach volley. Questo è il naturale passaggio che molti ex atleti, interpreti o seguaci di Daniele Lupo e Paolo Nicolai compiono, una volta conclusasi l’esperienza agonistica sulla sabbia. Per ricoprire il ruolo di coach, però, non bastano le conoscenze tecniche, il curriculum, i trofei e l’esperienza maturata sul campo, ma servono metodologie di insegnamento della tecnica di base e della tattica, professionalità, leadership e capacità psicologiche e mentali fuori dal comune. In poche parole, non ci si può improvvisare allenatori. Il settore nazionale di beach volley di OPES, proprio per questo motivo e per creare dei profili altamente qualificati che aiutino il movimento a crescere, promuove un percorso formativo destinato a tutti coloro che aspirano ad indossare i panni del coach.

Il format scelto per il corso di istruttore di primo livello è quello della formula weekend. 4 giorni, due sabati e due domeniche, interamente dedicati all’acquisizione di tutte quelle nozioni e conoscenze che consentiranno al futuro istruttore di svolgere al meglio il proprio compito. Il primo appuntamento è in programma per il 10 aprile, mentre le successive lezioni si terranno nei giorni 11, 17 e 18 aprile.

Il corso di istruttore di primo livello è promosso dal settore nazionale beach volley di OPES, in collaborazione con FITSPORT Academy, e si terrà presso il centro sportivo Sport City di Roma (via Alvaro Portillo, 282 – Roma – RM). Per maggiori in formazioni o delucidazioni sulle modalità di iscrizione o sulla didattica, è possibile contattare gli organizzatori ai seguenti numeri di telefono: 348 8215 178 e 339 3895 597.

 

Arte, scienza, filosofia, metodologia ed un creatore illustre come Bruce Lee. Potrebbe essere sintetizzato così il Jeet Kune Do, l’arte marziale fondata e sviluppata negli anni sessanta dal celebre attore hongkonghese statunitense. A partire dal 6 marzo, OPES, grazie all’Associazione Sportiva Dilettantistica Ars Pugnandi Roccatanica dei fratelli Marco e Stefano Roccatano, permetterà a tutti coloro che fossero interessati all’insegnamento del Jeet Kune Do di intraprendere un percorso formativo per acquisire le tecniche e le metodologie di allenamento dell’arte marziale. Al termine delle 48 ore di didattica in presenza e una volta superato l’esame finale, gli iscritti riceveranno l’abilitazione e la qualifica di tecnico. In più, il corso vale anche come corso di aggiornamento per il mantenimento di qualifica/grado ed è valevole anche per verifica di equipollenza qualifica/grado per chi proviene da altro EPS.
L’Ars Pugnandi Roccatanica ricorda che i requisiti minimi per iscriversi sono essenzialmente due: la maggiore età e almeno un anno di pratica certificata nelle arti marziali, negli sport da combattimento o nel campo della difesa personale. In via del tutto eccezionale, saranno ammessi alle lezioni anche i minorenni, che non potranno ambire al ruolo di tecnico ma solo a quello di assistente allenatore.

Il format del corso è architettato sulla base della formula weekend e su dei moduli che alterneranno le lezioni teoriche a quelle pratiche (sabato: ore 10:00 – 13:00 teoria; 14:00 – 17:00 pratica | domenica: ore 09:00 – 12:00 teoria; 13:00 – 16:00 pratica). Il primo appuntamento, come già annunciato in precedenza, è previsto per il 6 marzo, con la teoria che verterà sulle origini del Jeet Kune Do, sugli schemi motori di base e su cenni di anatomia e fisiologia. Domenica 7, invece, gli argomenti principi saranno incentrati sulla preventiva, sui sistemi energetici e sulla super compensazione. Il calendario delle lezioni prevede ulteriori due moduli nelle giornate del 20 e 21 marzo. Se nel penultimo appuntamento formativo i discenti potranno acquisire le nozioni necessarie alla didattica dell’apprendimento motorio e del Cueing, nell’ultima giornata sarà affrontata la metodologia di allenamento. Le ore di pratica, invece, permetteranno agli iscritti di comprendere, conoscere ed analizzare le basi, le tattiche, la difesa personale ed il Jet Kune Do per gli adolescenti. I promotori rilasceranno ai discenti le dispense formative in formato pdf, il tesserino tecnico di OPES e l’attestato di allenatore (assistente allenatore nel caso di un minorenne), solo dopo aver completato un tirocinio formativo di 24 ore con un istruttore o maestro qualificato.

 

Le ore di formazione saranno attivate al raggiungimento del numero minimo di 8 iscritti (il limite massimo, invece, è fissato in 18 corsisti) e si terranno presso i locali dell’Istituto Paritario Cavanis di Roma (via Casilina, 600 – 00177 Roma – RM).

Per maggiori informazioni o chiarimenti, è possibile contattare l’Ars Pugnandi Roccatanica all’indirizzo di posta elettronica securityprogram@gmail.com o ai seguenti numeri di telefono: 333 5024750 (Marco Roccatano) e 338 8411574 (Stefano Roccatano).

COME ISCRIVERSI: Corso di formazione per allenatori di Jeet Kune

 

Venerdì 20 novembre, dalle ore 18:00 alle ore 20:00, è in programma sulla piattaforma Zoom il webinar dal titolo “Le normative, i protocolli e i processi per ASD, SSD, impianti sportivi ed Enti di Terzo Settore nell’epoca del covid-19”. Un appuntamento dedicato soprattutto a coloro che gestiscono un centro sportivo o culturale oppure amministrano un’associazione o una società sportiva dilettantistica o un Ente di Terzo Settore.

I relatori e i formatori di OPES guideranno i partecipanti all’interno delle direttive in vigore e degli ultimi aggiornamenti in materia di sicurezza in ambito sportivo e non solo. Saranno affrontati temi di grande rilevanza per gli operatori dello sport e del Terzo Settore ed illustrati tutti i punti del protocollo di sicurezza di OPES. Il seminario on-line si rivelerà come un corso di formazione e di aggiornamento di grande utilità, ma anche come un appuntamento per dipanare dubbi e perplessità in un momento storico difficile come quello che stiamo vivendo.

Al termine del corso, il cui costo d’iscrizione è di soli 35 €, verrà rilasciato un attestato di partecipazione, il bollino di Centro Sicuro e all’ASD, SSD al centro sportivo o culturale o all’Ente di Terzo Settore partecipante verrà rilasciato un certificato di conformità al protocollo di sicurezza di OPES.

Il pagamento avverrà tramite bonifico e per iscriversi al corso è necessario inviare un’email a pesistica@opesitalia.it o chiamare il numero 379.2124716.
A poche ore dall’inizio de webinar gli organizzatori invieranno alla mail dei partecipanti il link e le istruzioni per accedere alla piattaforma e seguire la formazione.

Sono sempre di più le persone che scelgono di adottare e accogliere in casa un cucciolo. I nostri amici a 4 zampe sono diventati ormai parte integrante della famiglia, e ricevono lo stesso affetto e la stessa cura che riserviamo a chi ci è più caro. Ma questo non basta. Prendersi cura di un cane comporta delle grandi responsabilità ed è importante essere in grado di tutelare il suo benessere sempre e imparare a soccorrerlo in caso di bisogno. Per questo l’ASD Oasi dei Cani, in collaborazione con l’Associazione Argo, con il gruppo sportivo Bracelli e con OPES, organizza il corso B.A.U. (Basic Animal Urgency) per diventare soccorritore cinofilo.

BAU è il primo programma didattico di Salvamento Academy dedicato agli amici a 4 zampe ed è consigliato a tutti i proprietari di cani, oltre che a coloro che operano nel settore cinofilo (educatori, dog sitter, gestori di negozi di animali e volontari). Rilascia inoltre regolare patentino e brevetto da soccorritore cinofilo.
Gli iscritti saranno affiancati da un istruttore qualificato che affronterà con loro sia la lezione teorica che le dimostrazioni pratiche. L’addestramento pratico, per la rianimazione e le tecniche di base del primo soccorso, verrà effettuato con l’ausilio di manichini, materiali tecnici e supporto didattico.

Al termine delle 5 ore i partecipanti sapranno riconoscere i sintomi più comuni e i problemi di salute che possono colpire i nostri migliori amici (come arresto cardiaco, ostruzione delle vie aeree, annegamento, ustione, avvelenamento, parassiti, ecc); impareranno inoltre a fornire assistenza adeguata per ognuna di queste circostanze, a utilizzare prontamente tamponamenti e bendaggi e a immobilizzare e trasportare l’animale in completa sicurezza. Tutte queste manovre hanno lo scopo di evitare complicazioni in attesa dell’intervento del medico veterinario.

Il corso si terrà il 15 dicembre 2019 presso il Centro Sportivo Bracelli (via Mattia Battistini, 260, Roma) e avrà una durata di quasi 5 ore (dalle ore 9:30 alle ore 14.00). Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 3914275353.

Tutto è pronto per l’inizio delle attività formative della ginnastica ritmica di OPES. Il settore del responsabile nazionale Luciano Gambardella si appresta a formare i quadri tecnici e a vivere le intense emozioni della nuova stagione agonistica.
In Toscana e nel Lazio verranno avviati a breve dei corsi grazie ai quali le insegnanti della ritmica apprenderanno i giusti metodi di allenamento e i fondamenti di una disciplina piena di grazia ed eleganza; nozioni che trasferiranno poi alle loro allieve. La crescita e il successo di un settore, infatti, non passa soltanto dai risultati sportivi ma anche dalla capacità di formare in maniera adeguata quelle figure che dovranno insegnare la tecnica di base della ginnastica ritmica.
Per le tecniche future delle ASD della ritmica toscana i prossimi appuntamenti formativi si terranno nei giorni 10, 17 e 24 novembre.

Nel Lazio il corso per tecnici di primo livello partirà il 16 novembre. Proseguirà poi nelle seguenti date: 17 e 23 novembre e 14 e 15 dicembre. Domenica 24 novembre, invece, non saranno esaminati argomenti legati allo sport, ma si parlerà della salute degli sportivi. Grazie al corso di Blsd i presenti apprenderanno tutte quelle manovre salvavita che devono essere applicate in maniera tempestiva in caso di arresto cardiaco. È fondamentale che un tecnico di un’associazione sportiva sappia utilizzare il defibrillatore semiautomatico, uno strumento che è presente in ogni impianto sportivo e che è indispensabile per la rianimazione cardiopolmonare. Le ore di training sul primo soccorso sono quindi di fondamentale importanza per la formazione di dirigenti, di tecnici e di tutte le figure professionali che orbitano all’interno del mondo dello sport.
Nelle stesse giornate in cui si terranno i corsi per i tecnici di primo livello inizieranno anche le attività formative per la formazione dei giudici di ginnastica ritmica.

Ha preso forma anche il calendario delle gare di ginnastica ritmica nel Lazio. Le atlete saranno chiamate a mettere in pratica tutto ciò che avranno appreso in palestra già il 25 e il 26 gennaio, quando si terrà, a Grottaferrata, la prima prova di campionato agonistica e preagonistica. Le date successive saranno le seguenti:

  • Monterotondo, 15-16 febbraio – prima prova campionato open
  • Latina, 29 febbraio e 1 marzo – prima prova campionato start
  • Latina, 7-8 marzo – seconda prova del campionato agonistica e preagonistica
  • Monterotondo, 14-15 marzo – seconda prova campionato open
  • Velletri, 18-19 aprile – seconda prova campionato start

Ognuno di questi appuntamenti rappresenta un’occasione per confrontarsi con le avversarie, crescere e migliorarsi ma anche per socializzare e divertirsi.

Dodici mesi fa è stata presentata ufficialmente la Lega Nazionale Subbuteo di OPES e, da quel giorno, il movimento guidato da Mauro Simonazzi ha fatto moltissima strada. Il Subbuteo è tornato a splendere grazie all’ottimo lavoro svolto da tutto lo staff e per certi versi sembra vivere una seconda giovinezza. Sono i numeri a parlare chiaro: le associazioni iscritte alla Lega Nazionale Subbuteo aumentano ogni giorno, non mancano progetti formativi e didattici, i tornei spopolano e moltissimi giovani stanno scoprendo questo gioco in cui è richiesta manualità e creatività.

Alle ore 14:00 di sabato 9 novembre, presso la sede del Comitato regionale del CONI Lazio, il settore del calcio in miniatura di OPES compirà un altro step importantissimo. Nella sede di via Flaminia Nuova del Comitato Olimpico Nazionale Italiano della Regione Lazio partirà infatti il primo corso per diventare istruttori di Subbuteo. Scopo è la preparazione degli insegnanti che hanno già aderito al progetto del subbuteo a scuola, o che lo stanno per sposare. Da alcuni degli istituti scolastici coinvolti da questo esperimento stanno già arrivando feedback positivi. Teenager e bambini si stanno appassionando a questo gioco che permette di sviluppare abilità manuali e che favorisce la socializzazione e l’interazione. Dati i risultati la Lega ha ritenuto opportuno l’avvio di un percorso formativo per i docenti e i formatori che dovranno interfacciarsi con questi studenti.

Al primo incontro saranno presenti l’insegnante Marina Allara, tra le prime professoresse ad avere introdotto il Subbuteo tra i banchi delle scuole, il Dott. Antonello Canneva, psicologo esperto in comunicazione per i minori, Morgan Croce, Campione italiano di Subbuteo e il Dott. Stefano De Francesco, che recentemente ha vinto la Coppa Italiana di Subbuteo. Al termine dell’incontro verranno consegnati gli LNS Awards, dei premi destinati a chi nel 2019 ha contribuito alla promozione e allo sviluppo di questo sport.

Il presidente Mauro Simonazzi e tutto il settore di OPES sono fermamente convinti che il corso per istruttori di Subbuteo genererà valore nella società. Questa attività, proposta nelle scuole, avrà un impatto sociale ed educativo di grande rilevanza. Ogni singolo individuo coinvolto potrà formarsi armonicamente nelle diverse dimensioni personali. Le funzioni emotive, cognitive, socializzanti e relazionali attivate dal gioco da tavolo aiuteranno ogni studente nella sua crescita psicofisica e nella sua costruzione della sua identità.

Quando si tratta di contrastare e prevenire la violenza sulle donne loro lo fanno in maniera concreta. Stiamo parlando dei fratelli Stefano e Marco Roccatano, che con il Women Security Program hanno ideato un programma dedicato interamente alla difesa personale femminile. Il primo seminario del progetto si terrà il 23 novembre 2019, presso il liceo scientifico sportivo Cavanis, in via Casilina 600, Roma. Ne seguiranno altri, perché i fratelli Roccatano hanno preparato un percorso graduale che permetterà alle donne di riappropriarsi di alcune delle capacità che sono naturalmente presenti nel DNA ma sopite da secoli; a questo si aggiungono alcune semplici ma efficaci tecniche di difesa personale che sono state pensate appositamente a misura di donna.
I punti del programma didattico sono 12: nei primi ci sarà un’introduzione al concetto di difesa scritto già nel nostro DNA e una spiegazione su come le emozioni negative, come la paura, possono paralizzare una persona, impedendole di attaccare o scappare. Nei punti centrali ci sarà una dimostrazione pratica, dove verranno mostrate alcune mosse utili per contrattaccare e spiegate le naturali posizioni di difesa. Gli ultimi punti del programma comprendono giochi e circuiti utili a risvegliare le capacità tecnico e tecnico condizionali.

Le partecipanti devono presentarsi alle ore 9:30, e nella prima mezz’ora verrà effettuato il controllo delle credenziali: scarico di responsabilità, certificato medico e la consegna della quota partecipativa.
Il corso inizierà alle ore 10:00 e fino alle ore 12:00 si affronteranno i primi 6 punti del programma. Dalle ore 12:00 alle ore 14:00 si farà invece pratica con i punti da 7 a 12 del programma didattico. Dalle 14:00 alle 14.30 ci sarà la pausa pranzo;  infine, l’ultima mezz’ora è dedicata allo scambio di dubbi e impressioni con i docenti e la progettazione del lavoro per essere pronti ad al prossimo seminario.
I fratelli Roccatano consigliano di indossare un abbigliamento sportivo, o comunque comodo.

La quota per partecipare è di 50 euro se ci si iscrive entro il 16 novembre, di 60 per chi si iscriverà entro il 22 novembre e di 70 euro per chi si iscriverà il giorno stesso dell’evento. Questo contributo comprende:

  • l’iscrizione all’ente di promozione sportiva OPES;
  • il corso pratico;
  • il materiale didattico in formato PDF;
  • le riprese video;
  • l’accreditamento per visionare i video;
  • l’attestato finale di certificazione delle ore per raggiungere la qualifica di allenatore di primo livello.

I prossimi seminari del Women Security Program si terranno il 18 gennaio, il 14 marzo e 9 maggio 2020, mentre l’evento nazionale OPES sarà invece a data da destinarsi.
Per avere maggiori informazioni è possibile rivolgersi direttamente a Stefano Roccatano (3388411574) o a Marco Roccatano (3335024750) oppure consultare “Women Security Program” la pagina Facebook del programma.