Sakara mette K.O. il bullismo

Alessio Sakara è un atleta straordinario e nel mondo degli sport da combattimento è uno dei personaggi più seguiti, amati ed ammirati. È un punto di riferimento per molti e, soprattutto, è un esempio sportivo da emulare ed imitare. Oltre ad essere un esempio positivo per via delle sue virtù e dei suoi valori è anche un ambasciatore della sua arte marziale. Sakara non solo è un campione delle MMA ma può essere considerato come un fenomeno incredibile.

Lo è non soltanto per via della sua bravura e delle titaniche imprese sportive. Un fenomeno è ciò che appare conoscibile attraverso i sensi e la sua manifestazione è in grado di lasciare il segno, indicare la strada per la vera conoscenza e cambiare la percezione delle cose. E Alessio Sakara al di fuori delle arene sta creando proprio questo. Il campione, che è anche responsabile nazionale del settore MMA di OPES e dirigente nazionale dell’Ente di Promozione Sportiva, è molto sensibile a certe tematiche che interessano soprattutto i giovani. Per questo vuole vincere la sua ennesima sfida: mettere K.O. il bullismo e il cyber-bullismo.

L’obiettivo è creare una società migliore e una cultura che si fondi su principi e valori ben precisi. Per questo Sakara e OPES si impegnano ogni giorno ad attuare progetti di promozione sociale che possano sconfiggere tutte quelle forme di comportamento che degenerano nella violenza psicologica e fisica verso soggetti deboli. Il “Legionario”, entrando nelle scuole, porterà la sua testimonianza agli studenti e trasmetterà loro consigli, nozioni e pillole di vita; in questo modo i ragazzi potranno incanalare le energie sia positive che negative nella giusta direzione. Lo sport può essere la leva che può trasformare il bullo in una persona migliore e che può aiutare una vittime ad uscire da una situazione negativa.

Nei prossimi giorni Alessio Sakara si presenterà agli studenti di Pomezia e Artena con il suo progetto “Legio’s Scuole”. Il primo appuntamento è venerdì 25 ottobre e vedrà l’ambasciatore del Bellator impegnato con i ragazzi di Pomezia, presso il Cinema Multiplex (via Motomeccanica, 4). Il 31 ottobre, invece, Sakara verrà accolto dai ragazzi della Scuola Media di Artena “Stefano Serangeli”. Il “Legionario” darà vita a delle giornate formative che aiuteranno le generazioni future a scegliere la strada giusta; la strada che si basa sul rispetto dell’altro e su valori positivi come la lealtà, l’inclusione, la tenacia, la passione e il senso civico. La crescita psicofisica di un adolescente passa anche da giornate scolastiche di questo tipo e da questi incontri formativi che possono aiutarli a dire no al bullismo e al cyber-bullismo e a tutti quei comportamenti sociali devianti.

 

bullismo

Sakara contro il bullismo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *